La Riserva Valli Cupe inaugura una nuova sentieristica nel segno di un cicloturismo ecocompatibile

Domenica 14 ottobre la Riserva Naturale Valli Cupe organizza un ciclotrekking in collaborazione con il comune di Sersale, il comune di Cerva, la cooperativa Segreti mediterranei e l’associazione Colpo di coda: un’escursione di 11 km, di cui 8 in mountain bike, in uno dei 26 percorsi che si snodano lungo una sentieristica di 70 km realizzata nelle aree del monte Raga, di Cavallapoli, del Crocchio e del Campanaro in cui sono state disposte piste ciclabili e ippovie. Nel corso della giornata si visiteranno le cascatelle della Ninfa Roca, un leccio secolare, un castagno secolare chiamato “Gigante del lupo”, il monolito di Petra Agìallu (un monumento geologico alto circa 18 metri) e l’area di Cavallopoli, dove sarà possibile scoprire un pastillaru (struttura adibita alla produzione dei pastilli, cioè delle castagne essiccate), i Giganti (castagni secolari di rilevanti dimensioni, tra cui si segnala il Gigante Malandrino, albero della circonferenza di circa 7 metri, così chiamato in quanto produce una quantità irrisoria di castagne in rapporto alla sua mole), i resti di un antico mulino ad acqua (utilizzato per la molitura dei cereali e con ancora ben conservata la condotta a cielo aperto, detta acquaro) e una cascatella contornata da imponenti blocchi di granito ricoperti da un verde mantello di muschi.

«L’obiettivo – commenta il direttore della Riserva Carmine Lupia – è sviluppare all’interno delle Valli Cupe un cicloturismo ecocompatibile, grazie al quale sarà possibile conoscere, vivere e calarsi nella ricca biodiversità che contraddistingue il nostro territorio, con tutti i benefici degli sport naturalistici. Quella di domenica 14 – prosegue Lupia – sarà la prima di una serie di iniziative dedicate alle attività in mountain bike e a cavallo, volte al consolidamento della sensibilità ambientale attraverso pratiche che rafforzano il binomio imprescindibile uomo-natura».

La nuova sentieristica della Riserva Valli Cupe, comprendente piste ciclabili e ippovie, è stata presentata, con viva partecipazione dei visitatori, alla fiera “Ospitare è un’arte – Salone dell’Ho.Re.Ca.” nel Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro e ad “Aurea”, la Borsa del Turismo Religioso, Culturale e Naturalistico di Paola.

Il proposito della Riserva di sensibilizzare al riconoscimento di un grande patrimonio naturalistico, punto di riferimento della storia e della cultura della comunità sersalese, è condiviso dall’associazione Mifè che organizza sei giornate didattiche dedicate a bambini dai 3 ai 15 anni. Si parte il 13 e il 14 ottobre con visite guidate alla rete museale di Sersale, escursioni nelle Valli Cupe e laboratori in aula.

2018-11-11T13:15:21+00:00 11 October, 2018|