Il 4 agosto la I edizione di “Adventure for the cure” nella Riserva Naturale delle Valli Cupe

Il 4 agosto avrà luogo la prima edizione di “Adventure for the cure”, l’evento benefico organizzato dall’Associazione Salute Donna Onlus e Salute Uomo e patrocinato dal Comune di Sersale e dalla Riserva Naturale Valli Cupe con l’obiettivo di raccogliere fondi per arredare la sala d’attesa del Reparto di Oncologia dell’Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio. L’avventura, strutturata in modo da valorizzare e far scoprire la Riserva, sarà a bordo delle jeep e prevede la visita all’antico borgo Marcaglione, al Canyon Valli Cupe, ai castagni secolari e al fiume Crocchio.

La Riserva Valli Cupe sposa un’importante causa di lotta ai tumori condividendo progetti e finalità dell’Associazione di volontariato Salute Donna Onlus, nata nel 1994 all’interno della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, la cui attività è collegata alle patologie oncologiche femminili e, dal 2016, con la sezione Salute Uomo, anche a quelle maschili. L’Associazione, che da due anni ha la sua sede catanzarese a Sellia Marina, svolge un capillare servizio di prevenzione dei tumori della pelle e del seno tramite i suoi ambulatori dislocati su tutto il territorio nazionale; promuove uno stile di vita sano attraverso convegni, corsi e manifestazioni pubbliche; svolge attività di informazione sui tumori al seno, alla cute e alla prostata con medici specialisti; fornisce sostegno legale e fiscale, assistenza psicologica e consulenza nutrizionale; sostiene e promuove screening mammografici, visite senologiche, visite urologiche, ecografie e attività ambulatoriali con medici volontari a scopo preventivo.

Grazie a una raccolta fondi iniziata il 14 agosto 2016 e conclusasi i primi di marzo 2017, l’Associazione Salute Donna Onlus e Salute Uomo ha consegnato all’Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio due borse di studio dal valore di 4.500,00 euro cadauna per un radiologo che aiutasse l’azienda nello snellimento delle liste d’attesa per l’esame mammografico e per un chirurgo senologo.

Uno strenuo impegno in campo sociale molto prezioso in una regione come la Calabria dove l’incidenza del tumore al seno è alta, spesso per mancanza di prevenzione laddove per prevenzione si intende sia il monitoraggio periodico attraverso esami diagnostici e visite senologiche, sia la promozione di uno stile di vita e alimentare sano.

2018-11-11T13:21:55+00:00 31 July, 2018|