Riserva Naturale Regionale Valli Cupe

La Riserva Naturale ‘Valli Cupe’ e il sindaco della città di Sersale avv. Salvatore Torchia, ringraziano gli organi di informazione, regionali e nazionali, per l’attenzione dedicata alla sua prima iniziativa pubblica. La corposa rassegna stampa – che presto sarà disponibile online – dimostra, inequivocabilmente, l’ampio interesse che questa esperienza naturalistica, sorta su basi volontaristiche, ha suscitato dappertutto.

Ringraziano – per lo straordinario impegno finalizzato a dare veste giuridica ad una realtà ambientale tra le “più qualificate del Mezzogiorno” – il presidente e il vicepresidente della Regione, rispettivamente l’on. Mario Oliverio e il prof. Antonio Viscomi; il consigliere Mimmo Tallini, proponente la legge; l’assessore all’Ambiente Antonella Rizzo; i dirigenti del Dipartimento Ambiente e Bilancio della Giunta regionale; il Settore Legislativo e il Segretario Generale dell’Assemblea calabrese; il presidente della IV Commissione Domenico Bevacqua; il presidente Nicola Irto e l’intero Consiglio regionale; il commissario di ‘Calabria Verde’ generale Aloisio Mariggiò; il responsabile nazionale per le Aree protette di Legambiente Antonio Nicoletti e tutte le associazioni ambientaliste.

Il convegno del 10 marzo, durante il quale è stata illustrata la legge istitutiva della Riserva, ha registrato un’enorme partecipazione di cittadini che hanno dimostrato vicinanza e affetto alla Riserva ed accolto – con applausi ripetuti e calorosi – sia la legge che il promotore dell’esperienza naturalistica ‘Valli Cupe’: il botanico Carmine Lupia.

La Riserva conta moltissimo – al fine di realizzare l’obiettivo della salvaguardare dell’ambiente innescando nel contempo processi di sviluppo sostenibile – sull’adesione responsabile dei cittadini. E intende approcciarsi alla sua organizzazione operativa senza mai derogare dalla ‘mission’ originaria delle ‘Valli Cupe’ (valorizzazione della competenza e del merito; interlocuzione aperta con tutte le associazioni ambientaliste; dimensione europea del proprio impegno) portata fin qui avanti con successo dalla Cooperativa ‘Segreti Mediterranei’. Si annette assoluta importanza alla dimensione nazionale ed europea della sua azione, considerato che tantissimi “amici delle Valli Cupe” non sono calabresi. In tal senso, si è deciso – in ossequio all’urgenza di internazionalizzare il sistema ambientale e turistico della Calabria – di indicare quale Ambasciatrice della Riserva nel mondo la storica dell’arte Anna Gastel, presidente di “MiTo”, il prestigioso Festival di musica classica che unisce le città di Milano e Torino.

La Riserva, inoltre, intende stipulare a breve con Legambiente uno specifico protocollo d’intesa la cui firma sarà apposta nel corso di una pubblica manifestazione.

E, rispettosa dei principi della trasparenza e della buona amministrazione, la Riserva intende rendere pubblica ogni sua proposta, così come le eventuali difficoltà, inciampi, o ritardi sulla strada del potenziamento di una realtà naturalistica che si pone l’ambizioso traguardo di diventare la prima Green Community della Calabria.

Tra i tanti messaggi di congratulazioni per il risultato legislativo conseguito, pervenuti da ogni parte del Paese, si segnalano quello del regista e sceneggiatore Marco Tullio Giordana. Mentre si riconosce (perciò lo si riporta integralmente) un particolare significato – considerata l’autorevolezza della fonte sui temi ambientali – al messaggio postato su Fb da Francesco Bevilacqua, saggista, “cercatore di luoghi perduti” e “sciamano culturale”.

“Una delle cliniche dei risvegli in Calabria! Esempi di uomini d donne che si fanno istituzioni. E che, alla fine, ottengono riconoscimento pubblico. A differenza degli altri parchi regionali questo funzionerà. Perché c’è gente che se ne occuperà. A prescindere. C’è comunione tra l’anima dei luoghi e le anime dei loro custodi”.

Francesco Bevilacqua

 

2018-07-30T13:31:55+00:00 14 marzo, 2017|